Post

Il ghost blogger

Immagine
Penso che, dopo il romanzo di Robert Harris e il film di Roman Polanski, molta gente sappia cos’e un ghost writer. Se tuttavia non lo sapete ancora, ve lo spiego qui: il ghost writer è uno scrittore fantasma che offre al committente dietro lauto e ovvio compenso in denaro, un servizio di creazione, elaborazione e stesura di testi dei più svariati generi rinunciando a tutti i diritti sull’opera (per cui il suo nome non comparirà mai). Scelta discutibile, soprattutto in un paese come il nostro che giustamente difende i diritti intellettuali e morali di un’opera e non solo quelli economici.
Ma non scrivo per discutere dei ghost writer, sono uno spunto per trattare di un altro argomento affine su cui ho riflettuto tanto. Girando per la blogsfera, vi è mai capitato di restare perplessi di fronte alla “differenza” fra vari post? Cerco di esse più chiara. Lo stile di un blogger, soprattutto quando si segue il blog, ad un certo punto diventa familiare: c’è chi scrive con toni leggeri, chi a…

Italia e immigrazione: una polveriera pronta ad esplodere!

Immagine
Notizia di qualche ora fa: 53 immigrati in arrivo a Noto, altri 900 a Catania. Tutto questo dopo il caos che si è scatenato attorno alla nave Acquarius.
Questo non è un post razzista, ma occorre sottolineare che c’è un problema sociale di notevoli dimensioni al quale l’UE non sta facendo fronte nel modo giusto. Con la scusa che siamo “il paese di primo asilo”, continuiamo dal 2014 a ricevere immensi flussi di immigrati provenienti dai paesi del Terzo Mondo. La Grecia sta svuotando i campi per migranti messi in piedi nel 2015, un accordo fra Unione Europea e Turchia nel 2016 ha praticamente azzerato il flusso di nuovi arrivi. La Spagna, a parte il “misericordioso gesto” di prendersi i profughi dell’Acquarius (il che è tutto da vedersi visto che dei 629 profughi, guarda caso 500 verranno caricati su navi italiane) non fa niente. L’Italia è rimasta l’unica destinazione per i migranti che arrivano via mare, e che sono sempre di più.
Poi arrivano i vari “pro immigrazione” che generano sen…

Il pensiero della domenica

Immagine
Per me odioso, come le porte dell’Ade, è l’uomo che occulta una cosa nel suo seno e ne dice un’altra.
Omero