Cadano anche le uova!

Ieri è stata una di quelle giornate da gettare nel dimenticatoio, una di quelle che iniziano molto facili e procedono semplificandosi sempre di più.
Io sono una logopedista, amo il mio lavoro perché mi permette di stare a contatto con bambini e ragazzi “difficili”, che spesso hanno bisogno di essere presi per mano e accompagnati passo passo nelle cose di tutti i giorni come per esempio riuscire a parlare con meno difficoltà possibili.
Ci sono genitori che capiscono e accettano, e genitori che invece pretendono subito risultati enormi, che purtroppo a volte non saranno mai raggiunti.
E quando la loro rabbia mi investe, tutto finisce come le uova che sono cadute a terra.



Volevo prepararmi una torta, giusto per tirarmi su di morale, una di quelle belle torte che sanno di vaniglia magari guarnita con un po’ di cioccolata e panna montata, la torta adatta a chi lotta contro i chili di troppo!
Invece no.
Quelle vigliacche delle uova mi sono cadute di mano e si sono spatasciate a terra.
Tuorli, albumi, gusci, è tutto un disastro.

Come alcune relazioni, magari le più importanti della tua vita, che si presentano con tante belle premesse e poi anziché diventare un flan, una torta o un soufflé si rivelano solo un gran disastro.
La voglia di lasciarsi andare come quelle uova è tanta, ma poi una minaccia pelosa di nome Morfeo (il famoso cane mangia tutto) ti riporta alla realtà, un po’ come uno scorcio di sole tra le nubi dopo giorni e giorni di pioggia.

Così prendo lo scottex, lo straccio, lo spazzolone e mentre alla radio passano una delle mie canzoni preferite ripulisco il disastro.
Ed è qualcosa di bello, che fa bene, un po’ come iniziare a sistemare le cose dopo che un uragano è passato sulla tua vita.
Ho gettato tutto in pattumiera e ho deciso che non va tutto così male, che anche io posso accontentarmi dei piccoli risultati.
Così ho sorriso, pensando che le uova posso sempre trovarle al supermercato, che posso rifare quante torte voglio.
E che posso risolvermi la serata con Morfeo e una cena giapponese, guardando il nostro film preferito.

Commenti

Anche nei brutti periodi, si può trovare qualcosa di positivo per risalire.
Saluti a presto.
Tomaso ha detto…
Verissimo!!! cara Ofelia, il fatto è che si rompono:(
Ciao e buona serata, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
Tomaso
Stefania ha detto…
Cara Ofelia ... è andata via la connessione mentre ti scrivevo ... purtroppo non so se il mio commento arriverà così riposto nuovamente ... è vero che queste persone spesso vivono dei grandi drammi familiari, però spesso la fretta, li porta a comportarsi in maniera controproducente per se stessi ... l'amore che una madre o un padre nutrono verso un figlio li deve mettere anche in condizione di ragionare sul fatto che, spesso, persone come te spendono davvero le loro energie per questa causa importante e delicata ... mi spiace per la tua giornata, per il dolce e per le uova ... ma vedrai che con la compagnia di Morfeo ne farai uno anche migliore ... cerca di non far tramontare mai il sole sulla tua rabbia e ricordati la regola N.1 tu sei più importante di tutto ... o come direbbe una citazione che a me piace tanto "non compromettere te stessa, perché sei tutto ciò che hai",con simpatia, un abbraccione, Stefania
Patricia Moll ha detto…
Bell'invito il tuo,Ofelia. Trovare il coraggio di lasciar andare i momenti no e ricominciare credendo fortemente che arriveranno anche quelli buoni.
Bacio della buona serata

Ps io golosa 😊 se fai una torta metti la ricetta.
Sul blog ioscrivodinotte Fracesca,la effe, ha un hashtag #lericettedelcuore. Se ti interessa...
Guard. del Faro ha detto…
Alla fine, gentile amica, che abbia rotto le uova non mi sembra una gran perdita.
Pensa che il tempo risparmiato jn cucina puoi recuperarlo in camera da letto, assieme a Morfeo, il tuo moroso.
Un caro saluto e santa notte...
.
.
.
.
.
^___*
Pier(ef)fect ha detto…
Mi è piaciuto molto il twist finale, quando hai saputo trovare il lato positivo :) Brava!
Sciarada ha detto…
Ciao Ofelia, sei una donna dalla spiccata sensibilità, lo dico per le riflessioni di questo tuo post e per il pensiero delicato e gentile che hai lasciato da me. Essere presa come capro espiatorio per una una colpa non tua non è per niente facile e riuscire a scorgere il sole e regalarsi un sorriso nella consapevolezza di essere tra i fortunati che possono trovare una soluzione alla pressione di uno stato d'animo negativo è, per me, da persone intelligenti.
Ti abbraccio, un saluto a Morfeo e alla prossima !
Ofelia Deville ha detto…
Buonissima serata!
Ofelia Deville ha detto…
Grazie Sciarada, sei stata davvero gentile e mi hai scaldato il cuore. Essere logopedista a volte è difficile, ma non per i ragazzi.
Sono alcuni genitori a stupirmi negativamente: anziché trovare un'opportunità nella "differenza", vedono un limite.
E così si perdono il meglio dei loro figli.
Un grandissimo abbraccio, anche da parte di Morfeo!
Ofelia Deville ha detto…
Vedere rosa alla fine fa bene!
Un abbraccio :-)
Ofelia Deville ha detto…
Morfeo approva abbaiando festoso, ormai lo hai conquistato!
Un abbraccio :-)
Ofelia Deville ha detto…
Contaci, appena preparo una delle mie torte posterò volentieri con tanto di hashtag :-)
Un abbraccio!
Ofelia Deville ha detto…
Ma sì, alla fine non sarà una confezione di uova a fermarmi.
E come dicevo sotto a Sciarada, peccato per questi genitori perché alla fine non riescono a godersi appieno i propri figli.
Come se poi dovremmo essere perfettini come tanti automi tutti uguali, che sciocchezza!
Un abbraccio e tranquilla, il tuo commento è perfetto :-)

Post popolari in questo blog

Silenzio

Quello strano vizietto....

Educazione alla Di Genio per africani e non...