La vicina di casa...

immagine dal web

Ultimo giorno di vacanza, pensavo di concludere questa settimana in armonia con l’universo e invece ci ha pensato lei a rovinare tutto.
La lei in questione è Olghina la mia vicina di casa, una donna di età indefinita e tanta cattiveria dentro, che mi lascia sullo zerbino immagini di santi vari e fogli fotocopiati con passi del vangelo.
Di solito gli oggetti delle sue innumerevoli lamentele sono due: Morfeo e la ragazza che viene a fare le pulizie nel palazzo dove abito.

Di Morfeo si lamenta perché secondo lei abbaia tutto il giorno quando non ci sono,  ma considerando che il mio cane è affetto da ghirobradipite acuta e che il suo massimo sforzo e passare dalla sua confortevole cuccia al divano e che quando sono al lavoro di lui si occupa un bravissimo dog sitter che lo tiene con se finche non ritorno a casa dubito molto delle sue parole,  come dubito delle lamentele sullo stato di pulizia delle scale e dell’atrio del palazzo che sono sempre lustri.
Così quando questa mattina di ritorno dalla passeggiata me la sono trovata davanti alla porta di casa che mi aspettava con la sua solita espressione da “ora ti sputo addosso più veleno possibile” ho cominciato a sudare freddo perché cerco di evitare di farmi trascinare in un litigio.
Mi sono dunque predisposta mentalmente a mantenere la calma anche se avrei voluto ignorarla.
Senza neppure salutare la iena ha cominciato con le sue filippiche, partendo dal brodo primordiale per arrivare mezz’ora più tardi al vero motivo dei suoi strali ovvero i nuovi inquilini.

La “signora” che sprizza intolleranza da tutti pori era scandalizzata dalla mancanza di tatto che secondo lei il proprietario dell’appartamento sopra il suo avrebbe avuto nei suoi riguardi quando senza chiedere il suo parere ha affittato l’appartamento a “quei due” .
"Quei due" sono una coppia gay, persone educate e discrete, che abitano nel palazzo da più di un mese e lei se ne è accorta solo adesso.
Nella sua immensa presunzione pretendeva che noi condomini firmassimo una petizione da inviare sia al proprietario dell’appartamento sia all'amministratore, dove si chiedeva l’allontanamento di queste persone, adducendo come motivazione un abbassamento del valore della proprietà e altre cazzate simili.

Mi ci sono voluti alcuni minuti per realizzare che tutte le stronzate che uscivano dalla sua bocca le pensava veramente.
A quel punto ho bloccato il suo sproloquio e senza tanti giri di parole le ho detto che l’unica petizione che sarei stata disposta a firmare avrebbe dovuto riguardare esclusivamente la sua interdizione in un istituto di igiene mentale.
Offesa la molto cafona Olghina è andata via minacciando non so bene quale querela nei miei confronti.

Che dire a questo punto? Viva i vicini di casa!

Commenti

Patricia Moll ha detto…
Povera te!!! Sei ben sistemata! Probabilmente qualche problema serio a livello mentale ce l'ha davvero... mah!
Della serie.. casa dolce casa eh... :)
Siamo veramente in un paese d'intolleranti e ignoranti.
Saluti a presto.
Stefania ha detto…
Cara Ofelia ... che dire? ... sarò dura, la tua vicina è una gran Rompicoglioni!!! ... capisco ciò che pensi e senti perché di vicini così ne ho avuti anche io ... si fot**** tutti ed evito di scadere nel volgare! Poi ... riguardo alla coppia Gay, che gliene frega a lei?? che cosa le stanno rubando a questa pazza esagitata e bigotta??? le rubano il pane?? ... ma dai!! ancora questi discorsi! forse è lei che ruba aria agli altri e presto o tardi qualcuno dotato di meno pazienza, gliele canterà di brutto! Purtroppo di gente infelice e repressa ne è sovraffollato il pianeta, ma il problema non è tanto il loro stato d'animo quanto ciò che vogliono sfogare sul prossimo ... Grazie del tuo passaggio super gradito sul blog, ti abbraccio e manda sta "soggettona" a quel paese! ^__^ ...
PS se il commento è pesante per te non pubblicarlo, io capirò. ^__*
Mariella ha detto…
Ahahah non so che avrei dato per vedere la sua faccia.
Le brutte persone esistono. Dato che non possiamo sterminarle almeno proviamo ad ignorarle o a ribattere a tono, come hai fatto tu.
Brava Ofelia!
Pier(ef)fect ha detto…
ahahah grande!! Hai tutta la mia stima. Ultimamente sto cercando anche io di controllare un po' la rabbia, di non litigare, ma poi ci sono persone che in un modo o nell'altro ti fanno saltare i nervi in maniera indicibile.
Ofelia Deville ha detto…
Ad ignorarla ci provo e quando non ci riesco la mando a quel paese.
Un abbraccio
Ofelia Deville ha detto…
Quanto è vero, certi soggetti andrebbero presi a calci nelle terga.
Ofelia Deville ha detto…
La mia vicina è la madre degli intolleranti.
A presto
Ofelia Deville ha detto…
Tesoro non sei dura, la mia vicina è proprio una grande s*****a.
Un abbraccio :-)
RobbyRoby ha detto…
Che vicina rompi......per non dire altro.

Post popolari in questo blog

Educazione alla Di Genio per africani e non...

Il vegano non ti dà una mano

Pregiudizi e stereotipi