Metti un sabato sera...

Metti un sabato sera.
Uno di quelli che vorresti trascorrere da sola, impitonata nel tuo bel divano, con cibo spazzatura a non finire, Morfeo al tuo fianco e un bel film d’azione che non ti dà troppi pensieri.
Invece no.
Laura, la mia amica, colei che mi è sempre stata vicino anche nei momenti più orribili della mia vita, ha programmi diversi.

Da qualche tempo infatti mi ripete come un mantra ossessivo, un jingle pubblicitario che non riesci a zittire nemmeno col tasto off del telecomando, che dovrei rimettermi in gioco.
Devi essere una donna nuova, una che è pronta a rivedere la sua vita e rimettersi in gioco.
Non credevo esistesse un reparto donne in gioco, è per caso disperso tra il reparto surgelati e quello delle patatine del supermercato?

Cerco di evitare l’argomento. Non funziona.
Le spiego che dopo quello che ho passato di uomini non ne voglio più vedere. Non funziona.
Le spiego che single è sano. Mi dice che questa frase la dicono solo le donne disperate che stanno per arrivare alla cinquantina.
Siccome non voglio strozzarla, cedo.
Lei cinguetta tutta felice e mi ritrovo a trascorrere un sabato sera in pizzeria, con un’orrenda musica di sottofondo adatta solo ai giovani che hanno già perso il 70% dell’udito a furia di frequentare la discoteca.

Laura e Diego, il suo compagno storico, mi aspettano al tavolo in compagnia di tale Edoardo, un collega di Diego.
Edoardo a prima vista non è male.
Abbronzato, palestrato ma non troppo, vestito casual ma non tanto casuale.
Sì, mi dico, passabile.
Questo finché non apre bocca.

“Hai visto l’ultima puntata di X Factor?” mi chiede dopo le ordinazioni.
“No.” rispondo io.
Mi guarda come se avessi detto che Papa Francesco è un fan dei Muppets.
“Come non guardi X Factor?”
“Non mi piace.”
Silenzio stampa, poi cambia argomento.
“Che ne pensi della nuova BMW...”
“Non ho la macchina.” tronco saggiamente sul nascere.
Laura mi sta rendendo invalida a furia di colpirmi lo stinco con le sue odiose scarpe, quindi cerco di essere gentile e dico:
“Hai letto l’ultimo libro di Murakami?”
“È un fumetto giapponese?”
Reprimo la voglia di sbattergli la mia pizza margherita in faccia, se non altro perché è davvero molto buona.
Desisto dal tentativo di spiegargli che Murakami è uno dei migliori scrittori contemporanei e che è stato anche candidato al Nobel per la Letteratura, tanto non capirebbe.
Lo ascolto come un automa sparare cazzate su automobili, 
sull'importanza della cura del corpo e sulle vacanze al mare che sono aumentate rispetto all'anno scorso, fino a quando lo sento dire:
“Certo che le donne sole sono proprio uno spreco. Se una donna a una certa età è sola è perché deve essere lesbica.”

D’accordo, mi dico sbranando l’ultima fetta di pizza pensando che potrebbe essere il suo cuore, stai calma.
Cerco di spiegargli che non è vero che tutte le donne single sono necessariamente lesbiche e che la scelta di vivere sole è sacrosanta: se può farlo un uomo, perché non può farlo una donna?
Al che mi domanda:
“Ma qual è il tuo problema?”
“Tu.” rispondo lapidaria.

Finisce la cena.
Ite, cena est, dice una voce nella mia mente.
Quando ormai Edoardo è svanito all'orizzonte, Diego si spertica in mille scuse dicendo che sul lavoro Edoardo è una persona completamente diversa e che gli dispiace infinitamente per come è andata la serata.
Lo rassicuro con un sorriso, prima d guardare Laura.
“Per piacere” le dico “niente più appuntamenti al buio. Non voglio rimettermi in gioco, sto bene nel reparto donne single bonsai.”

E me ne torno a casa dal mio unico maschio, che mi ama e mi rispetta sempre e comunque.

Pazienza se poi ha quattro zampe anziché due, al cuor non si comanda.


Commenti

Guard. del Faro ha detto…
Mi garba. Trovo che sia scorrevole, vivace e interessante.
Sei in gamba, gentile amica, e ha la scrittura nel sangue.
Buona serata.
Tomaso ha detto…
Cara Ofelia, sai anche le amiche spesso cambiano opinione, e alla fine è sempre l'altra che deve subire, questa volta è toccato ha te subire!!!
Fatti coraggio e inventati tu una bella serata con nuovi amici,e tutto sarà bello.
Ciao e buona serata con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
Tomaso
Patricia Moll ha detto…
Miiiiiiii! Meglio perderlo che trovarlo uno così,
Per conto mio sei stata fin troppo buona ed educata.
Tieniti accanto Morfeo. Almeno lui è intelligente,
Bacio stella!
Stefania ha detto…
Cara Ofelia,che dire? ... mi spiace per te!
Dopo la fuga di cervelli all'estero, dare della lesbica a qualcuno è diventato il rituale di chi non sa comprendere la natura umana e di chi, quando pioveva intelligenza sulla terra ha ben pensato di aprire l'ombrello! ... non ti do pareri e/o consigli, hai saputo rispondere con eleganza e freddezza insieme al tipo in esame! Capisco che la tua amica ti voglia bene, e capisco che il suo è stato comunque un gesto d'affetto indiretto, però spesso bisogna far capire ai nostri amici che rimettersi in gioco prevede anche un periodo di "lutto" che non è lo stesso per tutti! magari mi sentirò dire che non ti conosco e che non dovrei parlare ... ma stare in coppia o esser singol non deve essere una scelta imposta, ma dettata liberamente dalla nostra vera natura; e comunque, se vogliamo, ti avrei volutamente consigliato di non farti trascinare, se non per tua stessa volontà, in una disavventura del genere. Gli amici cari lo fanno (pensando egoisticamente ma in buona fede), che è per il nostro bene ma, il vero bene è un'atto di pura cortesia che si da a coloro che amiamo permettendogli di essere semplicemente se stessi. Singol o in coppia è uno stato più o meno volontario, diversamente sono stupide imposizioni che non hanno nulla a che vedere con la nostra vera natura. ti abbraccio e a presto ^__^
Ognuno deve fare la propria scelta di vita e quindi bisogna rispettarla.
Ti auguro un buon inizio di settimana.
Marina Zanotta ha detto…
Anche a me piace il reparto donne single bonsai, soprattutto se incontro l'"Edoardo di turno" :)
Però gli amici si tengono stretti cmq, anche se commettono qualche errore di valutazione ;)
Marina
Mariella ha detto…
Vabbè io lo guardo XFACTOR, non mi sento una marziana per questo. Poi posso conversare su tutto, dal calcio al nobel per la letteratura. Ci sono uomini dai millesima interessi, che spaziano e vanno oltre le automobili rombanti. Arriverà. Intanto tieni duro e goditi la tua singletudine magnifica.
Antonella S. ha detto…
Forse quando si dice " meglio soli che mal accompagnati" non si hanno poi tutti i torti! E poi chi l'ha detto che soli è un ripiego? Che soli è brutto? Vero, bisogna sapersi " rimettere in gioco " ma anche scegliere una sana vita da single, con i suoi alti e bassi, come tutte le vite, è un modo di rimettersi in gioco, di bastare a se stessi e soprattutto di stare bene con se stessi ( e con il compagno peloso, ovviamente! )
Un abbraccio.
Antonella
Ofelia Deville ha detto…
Grazie per il complimento.
Un abbraccio
Ofelia Deville ha detto…
Su questo non ci piove, Morfeo è intelligente e bellissimo. Un seduttore nato.
Un abbraccio!
Ofelia Deville ha detto…
Che quel "coso" mi abbia dato della lesbica mi ha fatto solo un complimento. Trovo davvero inconcepibile che ci siano uomini che davvero credono di essere il "dono di Dio" per le donne.
Per quanto riguarda la mia amica, posso assicurati che da parte sua non c'è imposizione e neppure egoismo, ci conosciamo da sempre e ci consideriamo sorelle. Nei momenti più bui della mia vita era accanto a me come lo è anche adesso e per questo che le "perdono" questo piccolo scherzo.
Un abbraccio a te tesoro :-)
Ofelia Deville ha detto…
Il rispetto sempre.
Buona serata!
Ofelia Deville ha detto…
L'amica me la tengo stretta eccome mentre gli Edoardo di turno li butto nel fiume.
A presto e grazie per essere passata!
Ofelia Deville ha detto…
Le belle serate sono quelle che passo in compagnia di un buon libro e del mio cane.
Un abbraccio e un sorriso anche a te :-)
Ofelia Deville ha detto…
La singletudine me la sto assaporando lentamente, come si può assaporare del buon cibo.
Un abbraccio
Ofelia Deville ha detto…
Nel mio caso stare sola non è un ripiego ma significa riprendermi la mia vita. Ho imparato a stare bene con me stessa e a volermi bene con molta fatica, non permetterò a nessun uomo di distruggermi ancora.
Un abbraccio

Post popolari in questo blog

Storie di bambini, giochi e di mamme stupide