Rogue One: torna Star Wars al cinema!



 
Ritorna la saga di fantascienza più famosa (insieme a Star Trek) e si presenta con un bellissimo regalo di Natale.
Questa volta la maggior parte del lavoro torna a casa Lucas grazie a Lawrence Kasdan e Simon Kilberg, e con la partecipazione del colosso Disney nasce “Rogue One: a Star Wars Story” che uscirà nelle sale cinematografiche il prossimo 15 dicembre.

Rogue One è il primo capitolo di una nuova avventurosa serie cinematografica di film stand alone che esplora i personaggi e gli eventi che ruotano intorno alla saga di Star Wars creando un midquel di eccellenza che si pone fra “Episodio III: La vendetta dei Sith” e “Episodio IV: Una nuova speranza”.
Il film racconta la storia di un gruppo di combattenti della resistenza, la futura Alleanza Ribelle, intenzionati a sottrarre i piani per la costruzione della temutissima Morte Nera.

Rogue One si discosterà dai film della saga creando nuove atmosfere, mantenendo comunque una certa familiarità con l'universo di Star Wars, come ha commentato la produttrice e capo della Lucasfilm Kathleen Kennedy con queste poche ma chiare parole:  George Lucas è stato molto chiaro sul come questo funzioni. Il canone che ha creato è la saga di Star Wars.
Episodio VII si trova all'interno di quel canone. I film spin-off esistono in questo vasto universo che ha creato.
Non c'è alcun tentativo di portare i personaggi (degli spin-off) negli episodi della saga.
Di conseguenza, da un punto di vista creativo, c'è una strada che George ha tracciato molto chiaramente.

La nuova pellicola si inoltrerà dunque in nuovi territori, esplorando il conflitto galattico da una diversa prospettiva militare e mantenendo l'atmosfera dei film di Star Wars che i fan conoscono bene.
A personaggi noti e amati, come Mon Mothma, si affiancano protagonisti più che interessanti: Jedi, scienziati malvagi, contrabbandieri e fedeli servitori dell’Impero Galattico.
Fra tutti spicca la giovane Jyn Erso, una ragazza dal carattere fiero e indipendente destinata a cambiare le cose e diventare la prima eroina della Ribellione.

Il titolo del film, Rogue One, ha tre significati.
Rogue è un termine militare che richiama la pellicola del 1977, Una nuova speranza.
Inoltre nel franchising inglese significa “solitario” e quindi allude al fatto che questo film sia uno stand alone, ovvero una storia a sé che completa un universo più vasto.
Il terzo significato invece fa riferimento al personaggio di Jyn, una piccola canaglia. E rogue in americano vuol dire anche canaglia.

Il bello di questa storia è anche la sua contemporaneità.
I buoni sono cattivi, i cattivi sono buoni, nulla è come sembra.
È il crudele gioco della guerra.

Per concludere, tre chicche.
La colonna sonora della pellicola non sarà diretta dal maestro John Williams, scomparso di recente, ma dal suo erede artistico Michael Giacchino.
Il film è direttamente collegato al nuovo romanzo di James Luceno, una delle voci più famose e autorevoli nel campo della letteratura di Star Wars.
“Catalyst: a Rogue One story” narra le vicende prima del film e merita di essere letto. La sola nota negativa è che al momento (come accade con molti libri della saga) è stato pubblicato solo in inglese, ma per chi mastica bene la lingua non ci saranno problemi.
E in ultimo, il pezzo forte.
Dopo anni di assenza torna Darth Vader, il cattivo più amato di tutta la storia cinematografica.
Pronti a sentire ancora quel respiro familiare che ti inchioda al pavimento, a vedere l’imponente figura nerovestita che avanza e osservare rapiti la sua maschera?
Allora non perdetevi Rogue One per nulla al mondo!


Commenti

Stefania ha detto…
Cara Ofelia,
ho visto il Trailer di questo nuovo capitolo di Star Wars, e non sembra affatto male! Certo, il primo resta sempre indiscusso e memorabile, ma bisogna andare pari pari col progresso ... complimenti per il post e per la bellissima spiegazione del titolo Rogue One, con simpatia Stefania! P:S: buona Domenica
Ofelia Deville ha detto…
Promette bene :-)
Speriamo bene!
Saluti a presto.
Francesca A. Vanni ha detto…
Dopo la delusione di Episodio VII che poco ha a che vedere con la filosofia lucasiana, vediamo cosa realizza la casa madre.
Ho belle aspettative su questo capitolo, specie dopo aver letto Catalyst!
Brava Ofelia, adoro il post :-)
Baci

Post popolari in questo blog

La Longa Esse!

Maschio tieni le mani nelle tue tasche!

Il ragazzo dab...