Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

Aiuto voglio scendere!

Immagine
Buona sera a tutti, non so se è capitato anche a voi di accorgervi che il tempo vi sfugge dalle mai e non è mai abbastanza per far tutto. È quello che sta capitando a me in questo periodo, tra colleghi ammalati, tra cicogne in arrivo, siamo rimasti in pochi a coprire i turni di lavoro. Così mi ritrovo a dover lavorare con pazienti non miei che non conosco e relazionarmi con loro diventa davvero difficile e quando torno a casa sono talmente esausta che non ho neppure la forza e la voglia di occuparmi di altro, anche perché non ho un fisico bestiale. Vi chiedo scusa per avervi trascurato, ma prometto che recupererò il tempo perduto tra breve, quando finalmente avrò qualche giorno per stare a casa. Un abbraccio!

E l'uomo dov'era?

Immagine

Il mondo a volte non gira

Immagine

Le letture di Ofelia

Immagine
“Di più di un artista, tu sei un artefice. Uno che forza i bordi spellandosi le mani per aprire un passaggio nuovo. Capisco che devi essere umile, ma non oltre l’umiltà. Invece sei dimesso, rinunci, ti sottrai al dovere di farti conoscere.”

“Mia cara Constance, New York si è rivelata tristemente avara di serial killer negli ultimi mesi. Come si suol dire, il mio piatto piange.”

“Forse non era passata proprio mezz’ora, forse si trattava solo di una ventina di minuti. Ma a parte quello, bisognava considerare lo sconcerto che provocava ricevere una telefonata di quel contenuto, a quell’ora di notte e per di più anonima.”

“Sento di averla questa pietà, questo senso della pietà… Quante volte ci ho ragionato su, quante volte ne ho parlato con Liliana, che mi dice, ma tu hai una comprensione che non tutti hanno.”

Insieme raccontiamo #17

Immagine

Sono Oliver Hardy e a volte ho pianto dal ridere

Immagine