Sfilacciamenti

Oggi si recita a soggetto,
dieci, cento, mille  parole... avanzano,
colpiscono, feriscono,
fanno male,
uccidono.

Noi che attiriamo il divergente,
come falene cieche,
sguazziamo e annaspiamo
in questo vuoto fatto di nulla.

Incapaci di disinnescare
bombe emozionali,
ci sparano addosso
proiettili di indifferenza.

Seppelliti i rancori
nella fossa comune
della follia
apprezziamo
l’ironia di chi
sparge sale
sulle nostre ferite,
addentando il cuore pulsante
in questo caleidoscopico
carosello che chiamano vita.

(Ofelia 2015)



Commenti

Complimenti davvero dei bei versi profondi.
Ofelia Deville ha detto…
@Daniele Verzetti il Rockpoeta
Grazie!
Patricia Moll ha detto…
Grande poesia Ofelia!
Tomaso ha detto…
Cara Ofelia, penso proprio che ai un filo poetico sempre quando scrivi, belli veramente questi versi.
Ciao e buona giornata se anche fa molto caldo un abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso
cristiana2011 ha detto…
Molto ben descritta la vita che viviamo, frenetica ,ma indifferente e indifesa in ogni circostaza.
Cristiana
Francesca A. Vanni ha detto…
Semplicemente stupenda nella sua crudità, la vita che si dissolve fra le mani.
Un abbraccio.
Sciarada ha detto…
...E quanta pazienza e fantasia è necessario avere per ricomporre questi sfilacciamenti in un insieme dignitoso e vivibile.
La tua poesia è un urlo che urla senza urlare e rilascia fremiti su tutta la pelle.
Sugar Free ha detto…
Oh che bello, oggi mi imbatto in poesie meravigliose!
La tua tocca l'anima, è lieve come una piuma ma molto tagliente.
Stupenda!!!
Baci
non sapevo scrivessi poesie, complimenti per la bravura ;)
Ofelia Deville ha detto…
Grazie a tutti!

Post popolari in questo blog

La Longa Esse!

Maschio tieni le mani nelle tue tasche!

Il ragazzo dab...