Liebster Award

Ringrazio Francesca A. Vanni per avere aperto a tutti il Liebster Award ideato da IvanoLandi, così mi cimento anche io con questo questionario che rigiro a sua volta a tutti coloro che vorranno mettersi alla prova e divertirsi un po’!

1.Da quale pittore o scultore ti piacerebbe farti immortalare in un ritratto? (vale anche citare un artista del passato).
Gustav Klimt per la pittura e Michelangelo per la scultura.

2.La tragedia occupa da secoli un posto più alto rispetto alla commedia nella considerazione degli uomini considerati di cultura. Questo vale per il teatro greco e elisabettiano come per il cinema. Si può quindi dire, parafrasando Kundera, che più qualcosa è pesante più è intellettualmente comodo da portare in giro?
No, diciamo che citare drammi e tragedie è uno status intellettuale ma ci sono tante opere di generi differenti che sono altrettanto valide e che al pari delle tragedie trasmettono pathos ed emozione. La tragedia adesso è il passepartout degli intellettualoidi.

3.Woody Allen dice, in un celebre momento del suo film Manhattan: Cosa rende la vita degna di essere vissuta?... Per me, Groucho Marx, per dirne una... e Willie Mays… il secondo movimento della sinfonia Jupiter [la quarantunesima e ultima di Mozart]... l’incisione discografica di Potatohead Blues di Louis Armstrong... i film svedesi, naturalmente… L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra... le incredibili mele e pere di Cézanne... i granchi serviti nella catena di ristoranti Sam Woo... Ti invito a sostituire nomi e opere a piacere e creare, sulla base di questo, il tuo personale elenco di cosa rende la vita degna di essere vissuta (può essere anche più breve o più lungo di così).
Aver trovato la forza di aver lasciato un marito violento. La capacità di ricostruirmi una vita. Il Bacio di Klimt. La vista delle montagne. Viaggiare e scattare fotografie. Lo scodinzolio di un cane e le fusa di un gatto. La compagnia di un buon libro e del buon cibo. Una conversazione stimolante. Il profumo della lavanda. Un tramonto rosso acceso. Le citazioni di Victor Hugo. La musica italiana anni 60 e 70.

4.Quale fiaba associate più di tutte le altre alla vostra infanzia?
Sinceramente nessuna.

5.Un mostro sacro della letteratura, uno dell’arte e uno del cinema, anche se già passati a miglior vita, che secondo te avrebbero reso un servizio più utile a zappare la terra…
Federico Moccia, Marguerite Yourcenar e McCorky; Pablo Picasso e Lucio Fontana; Paolo Sorrentino.

6.Dì solo
no ai Valori della Famiglia

Un giorno che
vai per strada
e vedi un carro funebre
con una bara,
seguita da un’auto piena di fiori
e da limousines;
sai che il giorno è favorevole
e che i tuoi piani avranno
successo;
ma il giorno che
vedi una sposa e lo sposo,
e una festa di nozze,
fa’ attenzione;
guardati bene,
può essere un cattivo segno.

Dì solo no
ai valori della famiglia,
e non lasciare
il lavoro quotidiano…

Questo è l’inizio di una lunga poesia di John Giorno, da lui composta il giorno della morte di William S. Burroughs. Gliela sentii recitare (in italiano) molti anni fa, a un reading di poesia beat. Sei d'accordo con lui o no? Viva o abbasso i valori tradizionali?
Cosa si intende per valori tradizionali?

7.Ti sentiresti più a tuo agio ad abitare una casa progettata da Antoni Gaudì o una progettata da Frank Lloyd Wright?
Nessuno dei due.

8.Disponi nell’ordine dal preferito al meno preferito i seguenti generi letterari, da me elencati in ordine alfabetico: Erotico, Fantascienza, Fantasy, Giallo, Horror, Noir, Rosa, Storico, Western.
Noir, Storico, Fantascienza, Fantasy, Horror, Giallo, Western, Rosa, Erotico

Ok, d'accordo, ho capito. Basta domande pese…

9.Qual è il tuo rapporto con i moderni blockbuster cinematografici?
Dipende dai film.

10.Metti di trovarti a partecipare a una serata di visioni obbligate ma a maggioranza democratica tra amici, voti per un classico Disney o per un anime giapponese?
Non capita, io e i miei amici siamo per altri film.

11.Bevi acqua contaminata e all'improvviso ti salta in testa l'idea di fare il cosplayer (si scherza, eh?). Quale personaggio dei fumetti e/o dei cartoni animati scegli di omaggiare?
Malefica ma non quella della versione Disney.




Commenti

Patricia Moll ha detto…
Belle risposte!
Sull'abitazione al momento vivrei in una semplice capanna magarisu una spiaggia deserta ma lontana lontana lontana...
Tomaso ha detto…
Cara Ofelia, a me piace vedere che ci cimentiate così in tanti,io mi accontento di seguirvi tutti!!!
Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso
Ivano Landi ha detto…
Aiuto, Ofelia! Mi fa piacere che tu abbia risposto alle mie domande, ma il Liebster Award non l'ho ideato io! Esisteva già da prima che io aprissi il mio blog e per la prima volta mi è stato assegnato nel 2014. Non ho però mai saputo il nome del suo ideatore. Forse qualcuno degli "anziani" lo sa.
Complimenti per il premio meritatissimo. E brava nel rispondere in modo non scontato alle domande
Francesca A. Vanni ha detto…
A questo punto sono curiosissima di sapere in che tipo di casa vivresti!
Bellissime risposte, grazie per aver partecipato al Liebster :-)
Baci
Ofelia Deville ha detto…
@Patricia Moll
Anche una baita in montagna andrebbe bene.
Un abbraccio!
Ofelia Deville ha detto…
@Tomaso
Grazie Tomaso.
Un abbraccio e un sorriso :-)
Ofelia Deville ha detto…
@Ivano Landi
Diciamo che sei l'ideatore morale :-)
Ofelia Deville ha detto…
@Daniele Verzetti il Rockpoeta
Grazie!
Ofelia Deville ha detto…
@Francesca A. Vanni
Personalmente vivrei bene in una baita di montagna possibilmente isolata dal mondo esterno.
Un abbraccio!
Complimenti per il premio e le risposte.
Saluti a presto.

Post popolari in questo blog

Non basta indignarsi

Andremo via d'estate

Planetarium