La stupidità è una grave minaccia per il genere umano

 
Stephen Hawking ci ha lasciati.
In silenzio se ne è andato, appena ieri, lasciandoci un vuoto incolmabile.
Lui che è stato una delle menti più brillanti dei nostri tempi, che ha fatto cose geniali e impensabili, ci ha anche lasciato in eredità una frase su cui si dovrebbe riflettere assolutamente:

“LA STUPIDITÀ È UNA GRAVE MINACCIA PER IL GENERE UMANO.”

Hawking aveva ragione.
Io l’ho testato personalmente nella vita privata, sul lavoro e anche nella blogsfera.
La stupidità dilaga, è inarrestabile.
Probabilmente esiste dalla notte dei tempi, è come la presenza di ossigeno nell’aria.
Quello della stupidità è un argomento talmente vasto che non basterebbero migliaia di libri, filosofi e scienziati per chiarirlo.
Si ha solo la triste certezza che gli stupidi hanno rappresentato e rappresenteranno sempre la maggioranza della popolazione.
Per una persona intelligente ne nascono almeno novantanove stupide.

Esistono tre tipi di stupidi.
Lo stupido basico, quello che te ne accorgi subito e cerchi di evitare.
Lo stupido furbetto, quello che pensa di avere sempre un proprio tornaconto e finisce con il danneggiare gli altri.
Lo stupido finto intellettuale che usa un sapere non esistente, un bon ton ammantato di ipocrisia per nascondere agli altri la sua enorme ignoranza.
Tutti e tre sono lesivi e pericolosi.
Nessuno di loro cambierà mai opinione né amplierà i propri orizzonti.
Si sentiranno in dovere di intervenire sempre in ogni discussione, come se fossero stati chiamati in causa da una strana volontà divina, e se proverete a discutere con loro vi trascineranno al loro livello e vi batteranno grazie alla loro esperienza (grazie a Oscar Wilde, per il pensiero qui espresso).

Fra tutti i tipi di stupido, secondo me, il più pericoloso in cui possiamo incappare è l’ultimo.
Perché oltre a essere stupide tali persone soffrono della sindrome di Dunning Kruger che li porta a sovrastimarsi troppo.

Per quanto riguarda le persone meno competenti, la sovrastima di se stessi sembra imputabile a una scarsa capacità metacognitiva.
La metacognizione indica un tipo di autoriflessività sul fenomeno cognitivo, attuabile grazie alla capacità delle specie umana di astrarsi e osservare e riflettere sui propri stati mentali.
Scarse abilità metacognitive comportano un giudizio di sé e delle proprie abilità sbagliato.
È come se gli incompetenti fossero troppo incompetenti per accorgersi di essere incompetenti.

Questo cosa significa?
Che gli stupidi finto intellettuali sembrano persone intelligenti, acculturate, competenti ma in realtà sono un soufflé sgonfio.
Anzi, peggio, sono come la iena che finge di essere un ghepardo solo perché in comune hanno qualche macchia.
Sono talmente pieni di sé che, una volta posti di fronte a un dubbio, a una discussione che implica un certo grado di comprensione e competenza, non sanno come comportarsi e allora passano all’atto meschino dell’insulto, oppure gridano alla lesa maestà circondandosi di persone altrettanto stupide che si comportano come tanti cicisbei.

Che cura c’è contro la stupidità?
Purtroppo, al momento, nessuna.
Vuoi perché non si può attuare una lobotomia di massa, vuoi perché lo stupido è un sordo cognitivo che non cambierà mai idea, vuoi perché sono così tanti (gli stupidi) che se li eliminassimo avremmo risolto in un colpo solo problemi come la sovrappopolazione, l’inquinamento terrestre, la crisi delle risorse naturali ma avremmo anche ridotto l’umanità a meno di un milione di unità.

Io propongo di ignorare completamente, per quanto possibile, tutti i tipi di stupidi.
Quando vi accorgete di avere a che fare con uno stupido cercate di troncare subito il discorso, lasciatelo parlare (tanto agli stupidi piace sentirsi parlare) e allontanatevi.

E ricordate, come diceva Bertrand Russel:
“Una delle cose più dolorose del nostro tempo è che coloro che hanno certezze sono stupidi, mentre quelli con immaginazione e comprensione sono pieni di dubbi e di indecisioni”.


Commenti

MikiMoz ha detto…
Il problema è che hai descritto la totalità dell'umanità. Devo solo capire in quale delle tre categorie sono XD

Moz-
Ofelia Deville ha detto…
@MikiMoz
Gli eterni dodicenni sono allegri immaturi e possono permettersi di essere anche stupidi, quel genere di stupidità sana che non rientra in quelle categorie descritte nel post.
Buon fine settimana!
Riccardo Giannini ha detto…
A parte che ho letto del Dunning Kruger Effect su un altro blog qualche giorno fa :), guarda il caso, comunque argomento molto interessante. Sono curioso: mi faresti qualche esempio di comportamento concreto da stupido intellettuale?

In genere io ho presente lo 'stupido' random, quello che sentenzia e dà giudizi senza avere un minimo di base per giustificare quelle sentenze e quei giudizi :D
MikiMoz ha detto…
Mi hai rincuorato! E col tuo commento da me mi hai divertito.
Insomma oh, possiamo chiudere internet, per oggi^^

Moz-
Patricia Moll ha detto…
E brava Ofelia! Decisamente azzeccato questo post.
Al giorno d'oggi la stupidità dilaga a pari passo con una sorta di ignoranza emotiva che porta a credere di sapere tutto sugli altri. Più ancora degli interessati.
Prendere le distanze come ho letto oggi su un altro blog.... almeno salvarsi il fegato
Ciaoooo
Marina Zanotta ha detto…
Hawking, una persona umana ed intelligente di cui si sentirà la mancanza, e nessuno meglio di lui sapeva cos'era la sofferenza, anche quella che hai descritto tu Ofelia, da cui si salvano solo poche persone. Ai posteri l'ardua sentenza! Bel post.
@MikiMoz 😃
Ciao
Marina
Cristiana Marzocchi ha detto…
Una mente straordinaria che, nonostante gli studi su una materia misteriosa e aleatoria, possedeva una grande razionalità. Mi colpì il suo giudizio su Trump, ancora candidato alla presidenza : "Come spiega la popolarità di Donald Trump?". La risposta del fisico è chiara: "È più imperscrutabile dei misteri sull'origine dell'universo".
Cristiana
Purtroppo il virtuale ha accentuato e fatto proliferare queste tre categorie e soprattutto l'ultima.
Ofelia Deville ha detto…
@Riccardo Giannini
Di esempi potrei fartene tantissimi, ad esempio Matteo Renzi, Vittorio Sgarbi... ma basta guardarsi intorno, li puoi trovare nel mondo dello spettacolo, della letteratura, in ambito universitario, nella blog sfera, ovunque.
Ofelia Deville ha detto…
@Patricia Moll
Direi che oggi è proprio azzeccato.
Un abbraccio!
Ofelia Deville ha detto…
@Marina Zanotta
I posteri non ci faranno sconti.
Buona giornata!
Ofelia Deville ha detto…
@Daniele Verzetti
Mi trovi d'accordo, il virtuale ha amplificato ancora di più il problema come una grande cassa di risonanza.
Buona giornata!
Ofelia Deville ha detto…
@Cristiana Marzocchi
Una mente talmente straordinaria che sapeve vedere oltre l'imperscrutabile.
Buona giornata!
Sugar Free ha detto…
Secondo me l'aumento (o l'aumento di visibilità) degli stupidi è anche dovuto al "sapere superficiale" che la rete fornisce a molta gente e che li spinge a essere tuttologi.
Poi mettici la maleducazione, l'ignoranza e la frittata è fatta.
Baci!
Sam ha detto…
Bel post e molto attuale, la stupidità ha radici molto profonde che si nutrono di ignoranza, arroganza e presunzione che ho riscontrato in tantissime persone. Gli stupidi intellettuali sono quelli che mi inquietano di più perchè usano il loro pseudo sapere per trascinare le masse verso la rovina, un esempio Donald Trump.
Buona giornata!
Francesca A. Vanni ha detto…
Post più che attuale, visti certi accadimenti di cui qua non voglio parlare ma che sono sotto gli occhi di tutti.
Cosa dire?
La stupidità è davvero pericolosa, specie quando è unita alla tracotanza e alla superbia di che si crede sempre superiore a tutti.
Un abbraccio e scusa da parte mia per la situazione spiacevole non voluta da me che si è venuta a creare sul mio blog.
Ofelia Deville ha detto…
@Francesca Vanni
Non ho parole o meglio le avrei anche ma meglio non metterle nero su bianco in questo caso.
Francesca non sei tu che devi dscusarti ma il "signor" Iacoponi Vincenzo per aver dato prova di possedere una profonda maleducazione e un'inesauribile arroganza e boria, non solo per avermi insultata nel mio blog ma anche nel tuo. Il resto si commenta da solo!
Buon fine settimana e un abbraccio!

Post popolari in questo blog

Servizio di leva: sì o no?

Stupidi si nasce o si diventa?